venerdì 28 dicembre 2012

Capodanno 2013

Organizzazione del cenone di capodanno.

"Allora Fra, per capodanno cosa cuciniamo per cena? Ci buttiamo su un primo di pesce o alle verdure? Io penso alle lenticchie..."
Sì lo so. Non è proprio una botta di vita la nostra, ma anche questo capodanno lo passiamo a casa. A magnà.


E dove vuoi andare con i bimbi piccoli? Un tempo, quando ero single, o comunque non avevo pargoli al seguito, uscivo. No, mai nei locali perchè a capodanno mi mettono tristezza. Ma qualche festa tra amici o in una villa ci stava tutta. 

Invece adesso eccomi qui, a organizzare il cenone con amici che come me hanno pargoli in fase cozza dei genitori. Ripeto, non sarà il massimo della goduria, ma consideriamo anche che io i primi 4 (e dico 4) capodanni della vita di mio figlio maggiore li ho passati da sola a casa con lui che ogni santo, benedetto, stramaledettissimo 31 dicembre ha pensato bene di farsi venire un febbrone da cavallo. Praticamente la prima volta che ha visto cosa accade a capodanno è stato un paio di anni fa quando a bocca aperta guardava fuori dalla finestra chiedendosi cosa mai fosse quel caos di luci e di suoni.
Bello de mamma, anche questo ti rinfaccerò insieme alle ore di travaglio quando mi farai arrabbiare. 

Comunque, visto che restiamo a casa, tanto vale mangiare bene no? Poi siamo tutte buone forchette (dieta mia non ti conosco). E quindi io e Fra è già da un pò che pensiamo a cosa cucinare e quando finalmente sembrava tutto deciso, ecco che si cambiano le carte in tavola.
Ripensamenti.
Quindi nuova telefonata per il nuovo menù, preceduta da mail e discussione del giorno anteriore. 
Scambio di opinioni.
Proposte.
Io e lei che parliamo.

Poi entra il mio LUI nella stanza e io gli chiedo un parere. Finisce che gli passo il telefono e la mia amica gli passa il marito.
Discussione tra uomini.
"Che dici facciamo la cena tutta a base di pesce?"
"Per me va bene"
"Ok, allora ci sentiamo la mattina del 31 e andiamo in pescheria a vedere che c'è di fresco"
"Ok ciao"
Mi ripassa la cornetta dicendo "Abbiamo deciso, adesso vado, a dopo".
Ed esce dalla stanza.

Cioè. Noi donne siamo giorni che discutiamo del cenone e questi in mezzo minuto hanno deciso e si sono pure accordati per la spesa?
Non so se definirmi più irritata o più frustrata. 
Mi domando. Come cavolo fate voi uomini ad essere così pratici e sintetici?
O forse siamo noi donne ad essere estremamente complicate?


Care donne, cari uomini, cari amici che seguite il mio blog, vi auguro un nuovo anno pieno di sorrisi.


2 commenti:

  1. Capodanno in casa con amici.... un must quando hai dei nanetti!!! L'ultimo capodanno in piazza credo di averlo fatto nel 2000!!!
    Auguri!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo stati benissimo!!
      Auguri e Buon 2013!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...